Giuseppe Baffè

e la strage di case Baffè-Foletti 17 ottobre 1944

Questa strage, la più numerosa di tutta la provincia di Ravenna, fu perpetrata, a Massa Lombarda il 17 ottobre 1944 ad opera di fascisti locali e dell’esercito tedesco e morirono 22 persone a cui va aggiunto un partigiano ucciso poco lontano dal luogo dell’eccidio.

L’eccidio non si comprende se non si ripercorre la vita e le battaglie di Giuseppe Baffè (Pippo) un antifascista più volte condannato al carcere dal Tribunale Speciale fascista e perito assieme a molti membri della sua famiglia in quel tragico 17 ottobre 1944.

La mostra racconta appunto la straordinaria figura di Giuseppe Baffè quale strenuo combattente per la libertà e la democrazia fino all’estremo sacrificio della vita.

La mostra, realizzata nel 2010, si compone di 35 pannelli 70x100 cm.

La mostra può anche essere visibile attraverso proiezione da computer con programma Power Point con diapositive animate e commentate.

Associazione Nazionale Partigiani d'Italia Sezione "Giuseppe Baffè" di Massa Lombarda e Sant'Agata sul Santerno